Amiche e amici appassionati di wrestling, benvenuti a quello che è il primo report ufficiale di AEW Dynamite, il nuovo show settimanale targato All Elite Wrestling. Lo show Elite questa settimana arriva in doppia cifra, essendo giunto già alla decima puntata.Episodi che ci hanno permesso di gustarci tantissime e originali rivalità, tra cui numerosi ottimi match. Anche oggi sarà così! Quantomeno è quello che si traduce dalla card odierna,ricca di match interessanti e promo già preannunciati. Iniziando con la divisione femminile avremo un promo di Brandi Rhodes,che accompagnata come sempre da Awesome Kong avrà modo di parlare al pubblico,spiegando probabilmente le azioni macabre perpetrate nel corso delle precedenti puntate,ai danni di molte divas. Numerosi attacchi terminavano sempre con il taglio di una ciocca di capelli e conservata come se fosse un souvenir. Parlando sempre di lottatrici,assisteremo quest’oggi all’incontro tra Kris Statlander e Hikaru Shida. Le due atlete la scorsa settimana hanno fatto coppia in un tag team match contro Emi Sakura e Bea Pristley, perdendo però a causa di una prestazione sottotono da parte della Shida. Viceversa la Statlander ha disputato un buon match non riuscendo a colmare le lacune lasciate dalla ex partner nipponica.Tra la scorsa e l’attuale settimana la AEW sui propri account social ha messo in risalto alcuni match che avranno luogo quest’oggi. In primo luogo Jon Moxley vs Joey Janela. Il cane pazzo dopo aver messo nel proprio mirino Jericho durante l’ultimo episodio, quest’oggi se la vedrà sul ring con il Bad Boy. Altro match interessante proposto è quello tra Rey Fenix e Trent. Il membro dei Best Friends tra AEW DARK e Dynamite è riuscito a schienare con scaltrezza entrambi i Lucha Brothers. Stasera Trent si ripeterà con Fenix? Restando sempre in tema luchador si passa al secondo membro dei Lucha Bros, ovvero Pentagon Jr, anche lui impegnato in un single match contro Christopher Daniels. I due finalmente avranno modo di dare sfogo alla propria rivalità sul ring.Passiamo adesso all’unico match a tag preannunciato per la serata, sto parlando del six man tag team match,che vedrà impegnati gli Young Bucks in coppia con Dustin Rhodes far fronte al trio targato Inner Circle formato da Sammy Guevara,Santana & Ortiz. Tra i promo annunciati dalla federazione di Jacksonville assisteremo a quello di Cody, “what’s next for Cody?” riporta la locandina, cosa c’è di nuovo per Cody? Con chi avrà che fare l’American Nightmare adesso? Proseguirà la sua rivalità con MJF o sposterà la propria attenzione su Butcher and The Blade? Ricordiamo che Cody è stato attaccato proprio dai i due uomini oscuri la scorsa puntata.

Poteva mancare lui? Certo che no! Le Champion Chris Jericho anche questa settimana avrà qualcosa da dire al microfono! Attenzione però… Moxley potrebbe tranquillamente presentarsi.

Tutto quello che c’era da dire in questa prefazione è stato detto. Buona puntata di Wednesday Night Dynamite!

Six man tag team match: The Young Bucks & Dustin Rhodes vs Sammy Guevara,Santana & Ortiz

Inziano sul ring Dustin e Guevara,subito con un clinch e scambio di colpi successivi. Dustin è bravo a controllare il braccio di Guevara e da il cambio a Matt che a sua volta da il cambio a Nick per poter effettuare una tecnica combinata. Santana e Ortiz vedendo il compagno in pericolo intervengono immediatamente, ma non fanno i conti con il super kick party! I tre ispanici vengono gettati fuori dal ring, per poi subire un crossbody da parte di Matt Jackson e una tecnica in springboard da parte di Nick oltre alla terza corda.Tornati sul ring il controllo del match è dettato da Matt che esegue in rapida successione diversi nothern lights suplex. Situazione che diventa scomoda, ed il trio spagnolo, se ne esce con un attacco a tre sul basettone della famiglia Jackson, per poi punirlo con una turnbuckle powerbomb. Guevara colpisce Matt con una runnig high knee, aiutato da una cannon ball devastante di Ortiz. I tre membri dell’Inner Circle si danno cambi continui per poter mantenere la vertical suplex, come fanno di consueto, ma leggerezza di Sammy G costa la fuga di Matt che riesce a dare il cambio. Entra Dustin che colpisce Santana con la sua chop caratteristica made in Rhodes. Guevara e Ortiz entrano in aiuto, ma si beccano in serie, tre belle powerslam, seguite da un ottimo crossbody. Dustin prende Santana ed esegue una canadian destroyer, inefficace alla chiusura dell’incontro. Ancora Dustin protagonista, che carica la shattered dream, interrotta sul nascere dall’intervento dell’arbitro. Dustin chiede spiegazioni mentre l’arbitro cerca di liberare Santana, rimasto incastrato tra le corde. Distrazione dell’arbitro che permette ad Ortiz di colpire in maniera illegale tutti i componenti del team avversario. Guevara ne approfitta ed esegue una modified 630 senton, con incredibile conto di due successivo. Guevara adesso va a vuoto con una tecnica in corsa, dando la possibilità a Dustin di dare il cambio. Entra Nick che fa immediatamente il panico, deliziandoci con diverse tecniche combinate con il fratello. Ma i tre ispanici non sono da meno, abilmente riportano la faida a bordo ring, per poi eseguire fantastiche mosse aeree che gasano il pubblico, facendo partire il tradizionale coro “AEW,AEW,AEW”. Si rientra sul ring Santana e Ortiz sollevano Matt, favorendo lo Spanish God per una double knee stomp, prova lo schienamento ma viene interrotto in tempo da Dustin. Quest’ultimo subito allontanato da Santana. Sammy Guevara sale sulla terza corda, prova la shouting star press,ma viene interrotta da un double superkick dei fratelli Jackson. Sammy G è l’ uomo legale,viene fatto sedere sul secondo turnbuckle per poi subire un altro double superkick combinato con la shattered dream di Dustin. Santana e Ortiz provano ad interrompere le tecniche degli avversari ma vengono caricati da Dustin e da Matt in posizione di tombstone piledriver. Nick sale sulla terza corda e vola colpendo con una senton Guevara, mentre i due compagni eseguono il piledriver. Nick prova lo schienamento, uno…due…tre! Ottima vittoria per il team face che chiude l’incontro con un ottima tecnica combinata.

Vincitori: The Young Bucks & Dustin Rhodes

Single match: Trent (w/C.Taylor & O.Cassidy)vs Rey Fenix

Trent parte subito bene, con una presa all’addome di Fenix e una head lock successiva. Fenix però è bravo e subito se ne esce con un superkick. Scambio di colpi e Fenix trova dal nulla l’occasione per tentare la finisher, annullata in tempo da Trent. Trent a sua volta tenta la Dudebuster pin ma anche Fenix è abile ad evitare la tecnica decisiva avversaria. Fenix dopo diverse chop ha il controllo del match, segue dopo una tecnica in springboard che mette in difficoltà Trent. Fenix riprova un’altra tecnica facendo il funambolo sulla terza corda ma finisce sull’apron, atterrando all’ impiedi, colpendo in un secondo momento Trent con un uppercut, seguito da un dropkick. Trent però non ci sta,dal nulla esce un buon dropkick che fa allontanare Fenix a bordo ring.Trent rientra sul ring riesce la dudebuster DDT che si conclude con il successivo conto di due.
Fenix carica Trent sul paletto, senza successo, bloccando Trent sulla seconda corda, per poi eseguire una running knee in equilibrio, camminando sulla terza corda. Tecnica bella ma poco efficace, Trent risponde con una devastante clothesline, prova lo schienamento ma solo due. Adesso i due atleti si scambiano cortesie sull’apron, Fenix con un calcio orario all’addome atterra Trent,per poi eseguire un double foot stomp. Si ritorna al centro del quadrato. Fenix prova una frog splash, Trent però alza le ginocchia al petto e rialzandosi rapidamente esegue una running knee seguita da un buon piledriver. Combinazione non decisiva alla chiusura. Trent prova a chiudere ma durante un’azione in corsa viene atterrato da una TKO di Fenix, il messicano porta rapidamente Trent sulla terza corda per freddarlo con un tornado high kick. Fenix carica Trent sulle proprie spalle ed esegue la Fenix driver! Tecnica che risulta decisiva per il conto di tre finale.
Il membro dei Best Friends dopo aver tentanto una stretta di mano, in segno di rispetto con il proprio rivale,si vede negata la cortesia da un comportamento antisportivo da parte di Fenix. Trent si arrabbia e attacca Fenix! Frustrazione che viene immediatamente spenta dall’intervento di Chuck Taylor e Orange Cassidy che lo portano alla riflessione e a desistere nell’aggressione.

Vincitore: Rey Fenix

Cody’s promo

Cody ricorda gli avvenimenti accaduti a Full Gear, mostrando la cicatrice presente sulla sua fronte, che sa di fallimento, ferita inutile dopo aver subito il tradimento di MJF, estromettendo l’American Nightmare da un possibile match titolato in futuro. Cody passa ai fatti accaduti settimana scorsa, invitando Butcher e The Blade ad una contesa istantanea,se lo desiderano. Cody non fa mancare parole rivolte a MJF e Chris Jericho,ricordando il siparietto ridicolo tra i due atleti heel fatto qualche settimana fa,utile proprio a deridere il figlio dell’American Dream. Il desiderio più grande di Cody è quello di affrontare il suo ormai ex miglior amico. Cody è disposto a tutto pur di affrontarlo, si spoglia dei suoi beni più preziosi,invitando Justin Roberts a portare una valigetta, piena di denaro cash, per l’esattezza 50.000 dollari. Cody però evidenzia la cosa è più importante da fare in questi casi. Ovvero disputare questo dannato match e riportare MJF sulla strada giusta,perché è un atleta giovane ma eccessivamente montato e merita una lezione!

Dopo questo segmento viene intervistato Janela che è visibilmente gasato per l’incontro che dovrà disputare contro Moxley,dicendo di essere diverso dagli altri avversari e che Mox dovrà stare attento! Janela viene subito interrotto dall’arrivo dello stesso Moxley che esclama semplicemente “kids” dando poco credito alle parole del Bad Boy, considerato semplicemente un ragazzino.

Single match: Nyla Rose vs Leva Bates

Subito Nyla colpisce la Bates con un big boot.La Rose solleva l’avversaria e la posiziona sopra la terza corda, per poi eseguire dal paletto una ginocchiata volante. Tecnica che stordisce la Bates. Avalon entra e prova ad interrompere la Rose ma viene colpito insieme alla Bates da una double choke slam. Il match si conclude rapidamente con la successiva power bomb di Nyla ai danni della Bates.

Post match la Rose continua la mattanza sulla Bates con un altra power bomb ai suoi danni, in aiuto della bibliotecaria arriva Shanna! Intervento inizialmente essenziale ma inutile in un secondo momento. La Rose fa valere la propria stazza e punisce Shanna con una powerbomb. Nyla esce dal ring e porta all’interno di quest’ultimo un tavolo per punire ancora una volta Shanna, ma in tutto ciò a finire castigato è l’arbitro che si becca una powerbomb sul tavolo. La Rose non contenta solleva nuovamente Shanna e la schianta al tappeto con l’ennesima powerbomb. Grande “moveset” della Rose.

Vincitrice: Nyla Rose

Chris Jericho’s promo

Subito Jericho accompagnato dal solito Jack Hager promuove ancora una volta il proprio champagne, definendolo il migliore in circolazione. Tutto questo in poco meno di una settimana dalla apertura del sito “A little bit of the bubbly.com”. Jericho rispolvera una parte della sua vecchia gimmick ai tempi della WWE , cioè “The List of Jericho”. La speranza del pubblico di rivedere la buon vecchia lista sfuma per le parole del campione AEW, dicendo al pubblico <<seriamente credete di rivedere roba del 2016?>>. Questa nuova lista è chiamata “The Lexicon of Le Champion“.In questa vi sono i nomi di tutti coloro che non vorrebbe affrontare per il titolo in questa fase conclusiva del 2019 e comincia ad elencarne alcuni. Ci sono tutti tranne quelli dei Jurassic Express,infatti non perdono tempo a presentarsi sul ring. La faida verbale è tra Jericho e Jungle Boy, Y2J definisce il giovane atleta un pezzo di merda non ancora in grado di affrontare Le Champion. Jungle Boy in tutta risposta promette di rompere le natiche del canadese! Parole seguite da una chop al volto che fa partire una rissa tra gli uomini presenti sul ring,ma i Jurassic Express in superiorità numerica riescono ad allontanare Jericho e Hager.

Single match: Hikaru Shida vs Kris Statlander

Subito clintch tra le due lottarici, Hikaru Shida ribalta la presa e passa ad una head lock con l’ausilio delle gambe. La Shida continua ad infierire con un dropkick, cercando di far finire la propria avversaria fuori dal ring, senza riuscirci.Infatti Kris trovatasi sull’apron riesce ad intercettare il movimento della nipponica, facendola finire a bordo ring. La Statlander prova un moonsault, ma viene colpita al volo da un high knee della Shida. La contesa attualmente è a bordo ring, la lottatrice asiatica prova una running knee che viene intercettata dall’americana, facendo schiantare in un secondo momento la Shida sulle barricate. L’incontro si sposta sul quadrato, la Statlander mantiene un buon controllo della faida con una running knee devastante,seguito dallo schienamento ma inutile alla chisura. La contesa si sposta sull’apron, Hikaru Shida risponde presente con un enziguri seguito da un running high knee, che fa precipitare la propria rivale. La Shida sale sulla terza corda, esegue un missile dropkick con schienamento successivo. Solo due! La Statlander risponde con una backbreaker, eseguita male, concedendo un assist importante alla Shida per una sottomissione al braccio. Tecnica interrotta dalla statunitense che riesce a toccare le corde. Dopo uno scambio reciproco di enziguri, viene eseguito un lariat da parte della Statlander,seguita da una scissor kick, con schienamento successivo interrotto al due. La Statlander carica Hikaru Shida sulle proprie spalle, la nipponica però reversa il caricamento con un roll up, che risulta inefficace al conto di tre, presa dal momento la Shida riesce ad eseguire un running knee sull’avversaria che per poco non chiude il match. La Statlander innervosita dalla situazione dal nulla esegue un high kick, seguito da una tornado bomb che non chiude ancora le ostilità. Le mie parole al solito vengono smentite subito dopo, Kris solleva Hikaru, eseguendo una variante della piledriver. Tecnica che stavolta risulta decisiva! Altro buon match di Kris Statlander che arricchisce il proprio score con questa vittoria.

Le luci si spengono, a fare il loro ingresso sono Awesome Kong e Brandi Rhodes! Brandi entra nel ring, chiedendo alla Statlander di aggregarsi al duo e di offrire i suoi capelli in dono, così facendo entrerà nella famiglia dell’oscurità! Dal pubblico un’aspirante devota, viene accompagnata sul ring,per poi essere tosata per bene da Brandi con un rasoio elettrico per capelli.

Vincitrice: Kris Statlander

Single match: Christopher Daniels vs Pentagon Jr.

Il match non inizia immediatamente, Daniels dalla terza corda colpisce Pentagon, quest’ultimo stava ancora effettuando il suo ingresso. Il messicano risponde facendo impattare Daniels sulla rampa d’accesso al ring. Pentagon riporta Daniels sul ring,il match ha inizio! Alquanto innervosito il luchador colpisce il proprio avversario con dei calci potenti, Daniels risponde bene con una spear e diversi pugni al volto. Pentagon riprende il controllo della faida con diverse chop al petto e vari low kick. Pentagon prova subito a chiudere, Daniels si libera, per poi essere atterrato da un superkick. Pentagon lancia all’angolo Daniels e lo colpisce con un lariat e un altro low kick potente. Il messicano prova una tecnica in springboard ma viene atterrato al volo da Daniels. Daniels riprende le redini della faida, con una buona blue thunder bomb,chiusa con il conto successivo di due. In un azione in movimento, Pentagon risponde presente con uno slin blade. Daniels porta la contesa fuori dal ring, provando una tecnica in springboard botchata malamente però. Questo non lo scoraggia, infatti esegue immediatamente la Angel Wings, non decisiva, per l’intervento di Rey Fenix che distrae il membro degli SCU. Distrazione ben riuscita da parte di Fenix che riesce a focalizzare su di se pure l’attenzione dell’arbitro. Pentagon ne approfitta e colpisce Daniels con un low blow, per poi chiudere le ostilità con la Fear Factor. I due messicani post match sono liberi di festeggiare. Per entrambi ottime vittorie in singolo nella stessa serata.

Vincitore: Pentagon Jr.

Single match (ME): Jon Moxley vs Joey Janela

Moxley subito porta al suolo Janela, sbeffeggiando quest’ultimo. Scambio di head lock tra i due, Moxley ha l’ultima parola a riguardo. Janela però con molta rapidità riesce ad atterrare Mox con una clothesline. Adesso i due atleti si scambiano diverse chop, i colpi più potenti sono quelli di Moxley che mettono il Bad Boy in difficoltà. Janela dopo una lieve ripresa porta il match fuori dal ring, ma viene punito immediatamente da un braccio teso del cane randagio. Moxley porta la contesa di nuovo sul quadrato, cercando di danneggiare la schiena dell’avversario che più volte si è rivelata il punto debole di Janela. Moxley esegue una presa al collo,Janela le prova tutte per liberarsi, e pensa bene di mordere Mox. Janela getta Moxley fuori dal ring, facendolo impattare sulle grate d’acciaio. Una volta tornato sul ring, il suo attimo di gloria si conclude, infatti Moxley lo intercetta sollevandolo e lanciandolo al suolo, con schienamento successivo interrotto sul conto di due. Janela evita ulteriori danni e riesce a mandare Moxley fuori dal ring, gettandolo sulla rampa d’accesso. Rampa che per questa puntata è rialzata ad altezza apron. Janela in springboard trova un’ottima tornado DDT sulla rampa d’acciaio, e galvanizzato dal momento colpisce rapidamente il cane randagio con un suicide dive.
Moxley adesso sale sulla terza corda e prova una superplex, reversata da una crucificx pin da parte di Janela che si chiude al conto di due. Protagonista ancora Janela che esegue una german suplex che fa impattare Moxley all’angolo, quest’ultimo fugge e trova riparo vicino al tavolo del timekeeper. Riposo inutile, il bad boy oltre il paletto si lancia su Moxley distruggendo il tavolino. Janela riporta la faida sul quadrato, sale sulla terza corda per eseguire un flying elbow drop,con schienamento successivo, concluso sul conto di due. Janela risale sulla terza corda, pronto per un altra tecnica volante, ma viene intercettato dal movimento di Moxley che lo fa impattare sul cuscinetto del terzo turnbuckle. Mox ne approfitta per chiudere la faida con la Death Rider, riuscendo a portare a casa l’ennesima vittoria.

A match concluso si presenta tra il pubblico Jericho facendo risuonare la sua theme, imitando l’intimidazione di Moxley fatta settimana scorsa. Si stanno gettando le basi necessarie per una faida tra i due!

Vincitore: Jon Moxley

A cura di Mauro Panè di spaziowrestling.it