Amiche e amici appassionati di wrestling, benvenuti a quello che è il primo report ufficiale di AEW Dynamite, il nuovo show settimanale targato All Elite Wrestling. Oggi la puntata si svolgerà a Chicago, città che ha assaporato del buon wrestling durante lo scorso weekend grazie ai ppv WWE. L’AEW però di certo non si farà demoralizzare da ciò, perché durante le puntate precedenti sono state realizzate le basi per creare una card davvero coi fiocchi, dando alla cittadina dell’Illinois ulteriore spettacolo, in una overdose di pro wrestling. Oggi avremo due ritorni importanti, primo fra tutti quello di Cody che finalmente parlerà del tradimento subito a Full Gear, da parte di MJF. Secondo ritorno importante è quello di “The Cleaner” Kenny Omega che ritornerà sul quadrato dopo aver metabolizzato la sconfitta dell’unsanctioned match contro Jon Moxley. Omega affronterà Pac,i due si sono già affrontati proprio nell’Illinois nel ppv All Out. L’ultima volta è stato The Bastard ad aggiudicarsi la contesa. Altro match importante è quello tra Hangman Page e MJF, i due wrestler sono reduci dalla vittoria ottenuta nell’AEW Dozen Battle Royale che li ha portati quest’oggi ad affrontarsi per una finale che darà un importate opportunità all’atleta vincente, probabilmente per un match titolato. Adesso annunciamo i “piatti forti” della serata, sto parlando in primis della celebrazione anticipata della festa del ringraziamento a tema Inner Circle, infatti Le Champion approfitterà della vigilia della festività per celebrare insieme ai suoi “amati” fan il continuo del proprio regno titolato. Regno titolato in bilico per l’assalto di Scorpio Sky, che evidenziando il proprio status (ricordiamo che è stato il primo a schienare Jericho in AEW)ha ottenuto un match titolato,che sfrutterà proprio stasera,nella Sears Centre Arena di Chicago contro il canadese.

Quindi puntata sfiziosa per i palati fini del wrestling,non ci resta che gustarci questa puntata di AEW Dynamite!

Thank You Thanksgiving Celebration For Le Champion

Si parte subito con la festività tanto attesa, il ring è adibito in tema festività del ringraziamento con diverse mascotte e la rampa d’accesso al ring occupata da una banda degna di una parata. Jericho fa il suo ingresso e una volta entrato sul ring viene acclamato dal pubblico con il coro “Thank you Jericho”. Jericho però da buon heel azzittisce il pubblico in maniera poco elegante. Jericho come prima cosa evidenzia il successo avuto con la vendita del proprio merchandising. Preso dall’euforia stappa uno champagne esclamando la sua celebre catch phrase “a little bit of the bubbly“. Adesso parte la theme “Judas” che fa da theme per l’ingresso degli altri membri dell’Inner Circle. Si passa adesso ai regali! Sammy Guevara regala al suo mentore una sagoma di cartone che raffigura i due abbracciati calorosamente. Santana & Ortiz portano con se una cesta ricca di cianfrusaglie, tra le cose più importanti si mettono in risalto una bevanda alcolica tipica portoricana e la bandiera della nazione dei due ispanici. Le Champion adesso invita anche Hager ,ancora non presente alla festa, quest’ultimo si presenta con una capra chiamata “Chris JeriGOAT“. Nome azzeccatissimo! Dentro ad un pacco gigante si presenta il padre del canadese che porta con se diversi gadget dei NY Rangers facendo infuriare il pubblico di Chicago. Jericho adesso invita Justin Roberts sul ring, l’annunciatore comincia a leggere una lettera di ringraziamento donata a Jericho! Roberts legge la lettera con poca enfasi facendo arrabbiare Jericho, quest’ultimo insieme agli altri membri della stable attaccano il ring announcer. In aiuto del povero Roberts arrivano alcuni membri della banda, che si rivelano poi essere gli SCU. Scorpio Sky e compagnia riescono a far fuggire l’intero Inner Circle, mandando un chiaro messaggio per il Main Event.

Tag team match: Best Friends(w-O.Cassidy) vs Lucha Bros

Fanno il loro ingresso i Best Friends,accompagnati come sempre dal grande Orange Cassidy,quest’oggi vestito da tacchino, visto che siamo in tema Ringraziamento. Durante il loro ingresso, vengono attaccati da Rey Fenix e Pentagon Junior che sono gli avversari che dovranno affrontare. I Best Friends non ci stanno e riescono ad evitare il peggio,facendo impattare i due messicani nelle barricate d’acciaio. A chiudere questa opera iniziale, ci pensa Cassidy che colpisce i due luchador con un crossbody dal paletto.

Adesso il match può avere inizio,subito Trent e Chuck Taylor partono bene eseguendo tecniche combinate su Fenix. I due Lucha Bros rispondono bene con un double superkick combinato. Pentagon adesso è l’uomo legale e prova a schienare Trent,ma solo conto due. Pentagon mantiene il proprio vantaggio con una back breaker e diverse chop al petto successive. Entra Fenix che continua a tenere Trent al suolo, dopo un superkick prova e trova un ulteriore superkick, inutile alla conclusione dell’incontro. Ritorna sul ring Pentagon che continua a colpire il rivale cambiandosi spesso con il proprio partner. Fenix carica Trent e lo punisce con una powerbomb, dando successivamente il cambio a Pentagon, quest’ultimo colpisce il proprio avversario con un missile dropkick dalla terza corda. Trent dopo una sequenza confusa di tecniche non riuscite da parte sua e di Pentagon, riesce a dare il cambio a Taylor, il membro dei Best Friends e alquanto fresco e ci delizia subito con un tope con hilo oltre la terza corda. Trent prova a fare lo stesso,ma viene intercettato da un superkick di Fenix. Pentagon e Trent sono nuovamente uomini legali, Pentagon colpisce Trent con una canadian destroyer e prova lo schienamento, conteggio interrotto incredibilmente al conto di due! Rientra Fenix che si fa distrarre però dalla presenza di Orange Cassidy sull’apron. Trent prova un roll up che si rivela inefficace. Meno inefficace però risulta essere lo schienamento successivo di Trent che approfitta di una tecnica eseguita male da Fenix, che porta quest’ultimo con le spalle al tappeto; Trent dal nulla riesce a trovare inaspettatamente il conto di tre! Grandissima vittoria per i Best Friends.

Vincitori: Best Friends

Tag team match: Hikaru Shida & Kris Statlander vs Emi Sakura & Bea Priestley

La Prietsley e la Sakura iniziano subito violentemente senza attendere il suono della campanella e attaccano le proprie avversarie. La Statlander però risponde bene eseguendo immediatamente un moonsault dall’apron portando la contesa a bordo ring. Hikaru Shida adesso è la donna legale, trovandosi subito in difficoltà sul quadrato, a causa della connazionale. La Sakura continua a mantenere il controllo del match, tentando di sottomettere Hikaru Shida, rinunciando all’idea per poi dare il cambio a Bea Prietsley, che continua la mattanza ai danni della nipponica rivale. Rientra Emi Sakura, che continua a colpire l’avversaria con numerosi stomp, altrettanto fa la Priestley che ha riottenuto il cambio rapidamente. Hikaru Shida stanca della situazione solleva la Prietsley portandola e poggiandola all’angolo tra il secondo e il terzo cuscinetto. La Sakura vedendo la situazione di difficoltà della propria partner prova ad intervenire, subendo però una suplex. La Shida dopo un enziguri ben eseguito riesce a trovare il cambio, la Statlander ci delizia immediatamente con un enziguri bene eseguito e diverse mosse al suolo, che confondono l’asiatica rock n’ roll. Non contenta, esegue una facebuster e una scissor kick, tentando lo schienamento, interrotto dall’intervento della Prietsley. Proprio quest’ultima,fuori dal ring, riesce a colpire Hikaru Shida tenendola lontana dal quadrato, situazione sfruttata dalla Priestley e dalla Sakura che eseguono due tecniche combinate e di impatto. La Sakura dal nulla se ne esce come sempre con la magistral pin che anche stavolta viene eseguita bene, fino al conteggio finale di tre! Prestazione da rivedere per la Shida, non brillante in questo match. Buon match da parte di Kris Statlander, nonostante abbia subito il pin decisivo.

Vincitrici: Emi Sakura & Bea Priestley

Single match: Cody vs Matt Knicks

Le luci si spengono e parte la theme di Cody che gasa immediatamente il pubblico. L’American Nightmare e pronto al rientro sul ring! Cody ingaggia subito un clintch con Knicks, per poi passare ad una presa prima all’addome e poi alla testa. Knicks colpisce all’addome Cody pavoneggiandosi in maniera ridicola, infatti viene immediatamente punito da una chop e da un TKO in springboard. Una volta portato a terra il proprio avversario, Cody chiude la contesa con una figure four leg lock, che fa cedere immediatamente Knicks.

Cody adesso prende il microfono e lancia immediatamente la sfida ad MJF, ma da sotto il ring appaiono The Butcher e The Blade che attaccano l’American Nightmare in maniera meschina alle spalle, puntando alla zona addominale e lombare, alquanto compromesse ancora da Full Gear. I due uomini dark, con trascorsi nelle indie e in TNA, vengono accompagnati da Allie che mostra il proprio lato oscuro. Cody dolorante viene soccorso dai sanitari e da altri membri dello staff. Cody torna nel backstage supportato dal pubblico che intona a gran voce il suo nome.

Vincitore: Cody

Single match: Kenny Omega vs Pac

La serata adesso si accede con uno dei match più attesi della card, una sorta di rewatch di All Out. Subito i due wrestler aprono le ostilità con un clintch, Pac immediatamente prova una scorrettezza ma Omega e furbo e non si fa fregare. Omega in agilità riesce a confondere Pac per poi colpirlo con un running leg bulldog. Omega è euforico, snap dragon suplex, seguito da una turnbuckle powerbomb e una spinebuster, ancora inutili all chiusura, lo schienamento seguente si conclude sul conto di due. Pac costretto ad uscire a bordo ring viene ancora punito, stavolta da un tope con hilo oltre la terza corda. Omega risale sul ring con lentezza e Pac adesso ne approfitta per colpire il proprio avversario con un dropkick. La contesa attualmente è fuori dal ring, Pac sale sul terzo turnbuckle ed esegue un buon moonsault. I due atleti rimangono fuori dal ring a terra,facendo partire il conteggio dell’arbitro, interrotto da entrambi i wrestler in tempo debito. Pac adesso sul ring si trova in vantaggio, dopo un bellissimo TKO in springboard porta al suolo Omega, lasciandolo a terra con una headlock. Pac adesso colpisce Omega con diversi calci, tentando di sbeffeggiare il canadese. Omega seccato dalla situazione, sferra un high kick potentissimo che fa impattare il britannico all’angolo. Omega solleva Pac,eseguendo una fisherman suplex, tentando lo schienamento, solo due però! Omega dopo un ottimo bicycle knee sembra far valere il proprio momento favorevole,interrotto da una clothesline potentissima di Pac. The Bastard porta Omega all’angolo, trovando una bellissima e ben eseguita falcon arrow dalla terza corda,meraviglia che viene interrotta dal successivo schienamento che si ferma al due dell’arbitro. Pac sembra trovare terreno fertile per la Black Arrow , sale nuovamente sulla e terza corda e spicca il volo! “Nobody home” Pac va a vuoto! Omega rapidamente colpisce il bastardo con la V-Trigger, tentando immediatamente la One Winged Angel. Finisher che viene reversata in un tentativo di DDT di Pac, che non riesce a chiudere la tecnica,facendosi fregare dal roll up seguente di Omega, che risulta essere dal nulla vincente,trovando il tre dell’arbitro in maniera alquanto inaspettata!

Vincitore: Kenny Omega

Dynamite Dozen Finals: Hangman Page vs MJF (w-Wardlow)

Page parte carichissimo, colpendo MJF in maniera rapida ed efficace con diversi colpi al volto. La contesa si sposta per un attimo a bordo ring, Hangman continua a colpire MJF in maniera violenta,facendo impattare il better than you contro le barricate. Si ritorna sul quadrato,Page si trova sull’apron pronto per il buckshot lariat, MJF è abile a distrarre l’arbitro e Wardlow ne approfitta per colpire Page in maniera scorretta. Page adesso sul ring accusa l’attacco, MJF mantiene al suolo il cow boy con una presa articolata al braccio, lavorando successivamente molto al danneggiamento dell’arto. Page nonostante il dolore trova diverse chop,una fallaway slam e un suicide dive. Per non farci mancare niente, sale sul paletto ed esegue un moonsault dei suoi. Riportando la contesa sul quadrato viene sorpreso da una scorrettezza di MJF che colpisce il proprio l’avversario accecandolo con un colpo scorretto agli occhi. Maxwell approfittando della situazione prova a chiudere con una body droped piledriver tra l’apron e il ring ,ma Page è abile ad evitarla, rientrando sul quadrato con un buckshot lariat! Page prova lo schienamento, ma Wardlow prende la gamba di MJF e la poggia sulla corda, rompendo così il conteggio dell’arbitro. L’arbitro alquanto distratto nel sincerarsi delle condizioni di Maxwell, spiana la strada ad un attacco da parte di Wardlow, che colpisce potentemente Page al volto, con un pugno. MJF ne approfitta ed esegue la “Cross Rhodes” per chiudere le ostilità. Uno…due…tre! MJf ottiene una vittoria sporca, match che è stato macchiato da continui interventi da parte di Wardlow.

A match concluso fa il suo ingresso nell’arena Diamond Dallas Page che entra sul ring per congratularsi con Maxwell per il match appena concluso. Congratularsi si fa per dire, DDP non sopporta il comportamento scorretto di MJF , ma comunque prova ad avere un atteggiamento pacato nei confronti di quest’ultimo, in quanto vincitore della finale. Nel tentativo di stringere la mano al giovane atleta, DDP viene rifiutato in maniera poco educata, facendo arrabbiare DDP che demolisce verbalmente prima Maxwell e poi Wardlow. La situazione si scalda, Wardlow ingaggia un contatto fisico con la leggenda e i due cominciano a colpirsi, per poi essere separati da numerosi arbitri.

Vincitore: MJF

Post match fa il suo ingresso Dustin Rhodes con una fasciatura piuttosto vistosa, ricordando ciò che ha fatto Hager qualche settimana fa. Dal backstage entrano Sammy Guevara, Santana & Ortiz che non perdono tempo ad attaccare il fratello maggiore di Cody. In aiuto di Rhodes, arrivano gli Young Bucks che fanno partire il “superkick party”,facendo immediatamente piazza pulita. Dopo aver fatto fuggire i membri dell’Inner Circle gli Young Bucks annunciano un match per settimana prossima. I fratelli Jackson con il supporto di Dustin Rhodes affronteranno Sammy Guevara e i due portoricani.

AEW World Championship Match (ME): Chris Jericho vs Scorpio Sky

Siamo al Main Event! I due atleti fanno il loro ingresso e vengono annunciati dalla ring announcer Dasha Gonzalez che ha sostituito Roberts,dopo l’attacco subito ad inizio serata.

Subito i due atleti in clinch, Jericho abile riesce ad atterrare velocemente Sky ,cercando di infastidire ed innervosire il membro degli SCU. Jericho adesso passa ad una headlock, Sky si libera ma viene atterrato per ben due volte da due shoulder tackle. Sky però risponde bene con un buon dropkick e una sky high uppercut. Sky tenta una tecnica in springboard, ma viene intercettato dalla mossa aerea di Y2J che abilmente esegue un dropkick in spring board. Jericho porta la faida fuori dal quadrato, gettando Sky nei gradoni d’acciaio, per poi eseguire una catapulta sulle transenne, ghigliottinando il proprio avversario. L’incontro riprende sul ring,la musica non cambia, Le Champion domina e Sky sembra essere in difficoltà. Jericho prova un suplex, ma viene reversato da Sky che accenna segni di ripresa. Sky trova una neckbreaker ottima a ripredere fiato, per poi colpire nuovamente il canadese con un dropkick e con una successiva springboard TKO. Sky prova lo schienamento, ma solo due! Sky sale sulla terza corda e tenta un missile dropkick, ma viene intercettato al volo da Jericho, che esegue la sua Walls of Jericho. Sky trova le corde e riesce ad evitare la sottomissione. Sky dal nulla trova un’altra TKO reversata in una dragon clutch. Jericho si trova in una situazione critica , arriva Hager che prova a distrarre Sky, in aiuto di quest’ultimo arrivano Kazarian e Daniels che ingaggiano uno scontro fisico con Hager,al di fuori del quadrato. Jericho approfittando dell’assenza dell’arbitro, distratto dalla contesa in atto a bordo ring, prova a colpire Sky con la la propria cintura di campione del mondo. Sky evita l’attacco e fulmina Jericho con l’ennesima TKO, provando lo schienamento,che si conclude incredibilmente al conto di due! Sky è galvanizzato dal momento, colpisce il canadese ripetutamente, portandolo all’angolo sulla terza corda. Sky rapidamente esegue una frankesteiner, seguita da un gamengiri kick , prova lo schienamento, uno… due… Y2J risponde presente alzando la spalla! Ancora il membro degli SCU prova la TKO, ma il canadese evita, spingendolo via verso l’angolo, rapidamente Sky prova una tecnica aerea ma viene punito da una codebreaker al volo! Il campione prova lo schienamento, ma il match ancora non si conclude, solo due! Il pubblico di Chicago fa partire il coro “this is awesome”, Jericho ormai stanco, tenta di chiudere con il Judas Effect che viene reversato abilmente da Sky in una backslide che lo porta al pin. Uno… due… no il canadese dice ancora no! Sky si rilaza,tenta un calcio a giro, che viene evitato,riprova con un gamengiri kick che viene parato da Jericho al volo, quest’ultimo afferra abilmente la gamba del proprio avversario, per poi chiuderlo nel muro di Jericho. Sky prova a raggiungere le corde , ma sentendo un gran dolore alla zona lombare si vede costretto a cedere, battendo la mano al tappeto. Le Champion mantiene la corona!

The GOAT non contento punisce Sky con un altra Walls of Jericho post match, ma durante l’esecuzione,improvvisamente parte la theme di Jon Moxley che infiamma il pubblico. Mox che si trova tra i fan, guarda minacciosamente a distanza Jericho, fiutando la presenza dell’oro! Il cane pazzo ha fame e vuole passare al piatto forte della compagnia. Questo suo ingresso profuma di futuro match titolato!

Vincitore: Chris Jericho

A cura di Mauro Panè di spaziowrestling.it