Salve ragazzi e bentornati in questa nuova edizione del Forecats. Oggi non ci sarà Tommaso a farvi compagnia (causa problemi personali), ma saremo io, Nicola, e uno dei membri principali del nostro staff, Emanuele, ad analizzare Super ShowDown.

MATCH MIGLIORE: (Nicola)

Partiamo col dire che quasi tutti i match di Super ShowDown, comunque, hanno raggiunto la sufficienza. Alcuni sono andati anche oltre. Uno in particolare è stato Seth Rollins vs Baron Corbin, l’opener della serata: il ring-attire di Seth era fantastico, i fan hanno contribuito molto e ne è venuto fuori anche un match abbastanza godibile. Durante l’incontro Corbin giustamente ha cercato di indebolire Rollins nella sua parte dolorante, ma il campione sappiamo di che pasta è fatto e alla fine con un colpo di rapina è riuscito a mantenere lo Universal Championship. Alla fine, però, l’ex GM di Raw si arrabbia per la sconfitta e va a colpire Seth con un’End Of Days. E allora ecco che si presenta Mr. Money In The Bank, Brock Lesnar, pronto ad incassare e a diventare campione: Brock entra nel ring, ma improvvisamente Paul Heyman cade perdendo la valigetta; Lesnar si chiede cosa sia successo, Rollins ne approfitta e va con un Low Blow. Successivamente The Architect ricambia l’attacco sferrato da The Beast a Raw, facendogli dunque perdere un’occasione clamorosa. Tutto studiato in maniera perfetta, adesso la rivalità fra Seth Rollins e Baron Corbin proseguirà, ovviamente con l’incognita Brock Lesnar.

MATCH MIGLIORE: (Emanuele)

Accolto con diffidenza e con ben poche aspettative, Roman Reigns vs Shane McMahon (con Drew McIntyre) si è rivelato un match molto godibile e si è fatto notare più degli altri. Il match inizia in salita per Roman Reigns che però, come sempre, riesce a riequilibrare l’incontro e andare più volte vicino alla vittoria. Sul più bello, al termine di un match molto equilibrato, è il giusto intervento dello scozzese a consentire a Shane di battere Reigns, con un risultato sorprendente ma che non risulta essere il classico buco nell’acqua made in WWE. Voto 7+, impossibile dare di più.

MATCH PEGGIORE: (Nicola)

Putroppo devo dire che il First Time Ever, Goldberg vs The Undertaker, il Main Event, è stata la delusione della serata. Come qualche altro collega del nostro sito, avevo hype per il match: le entrate dei due atleti sono state epiche, i primi minuti dell’incontro belli intensi, ma appena Goldberg ha cominciato a sanguinare in testa siamo entrati in un vero e proprio dramma. Penso che il Dead Man era pronto per disputare comunque un match nella norma “di qualità”, non so se fosse la stessa cosa per Da Man, ma è stato proprio lui a deludere maggiormente. Dopo questa figuraccia, spero che i due si facciano da parte e lascino spazio ai più giovani, in modo tale da non rovinare ulteriormente la loro figura di leggende all’interno della WWE e del Wrestling in generale.

Per leggere l’articolo nella sua interezza basta cliccare Qui.

A cura di Nicola Morisco e Emanuele Panza di Spazio Wrestling