Salve a tutti lettrici e lettori, siamo qui oggi con un nuovo numero di Inside Storyline! Come sempre andiamo a vedere come vanno le cose in casa WWE, soprattutto quando domenica c’è Extreme Rules, un pay per view che deve gettare le basi per l’evento dell’estate, ossia SummerSlam. Andiamo a vedere cosa è successo questa settimana.

Wild Card Rules: Non so, ma da quando è stato annunciato di Heyman e Bischoff come direttori esecutivi (anche se uno dovrebbe iniziare a lavorare dopo Extreme Rules e l’altro sta incominciando ad entrarci pian piano), la Wild Card Rules, sembra essere tornata a quella che avevamo le prime puntate che questa regola è stata introdotta. Insomma, spero si stia procedendo lentamente alla eliminazione di questo via vai che da più di un mese vede coinvolte gli atleti. Chissà se scomparirà prima di SummerSlam, ma sono convinto che se non adesso si prenderanno provvedimenti su questa regola, anche in vista di Survivor Series e se vuoi riproporre Raw vs Smackdown non puoi mandare gli atleti dove ti pare ogni settimana.

RAW & SMACKDOWN

La scorsa settimana avevo parlato di come fosse interessante la mossa di affiancare Roman con un compagno misterioso contro Drew e Shane. Non sapevo che la scelta fosse stata dettata da McMahon cosa che, poi come visto in tutta la puntata, a portato la cosa sul ridicolo. Alla fine è stato scelto un addetto alla spazzatura a cui Shane ha chiesto di indossare una maschera. Campanello di allarme che si accende subito! Conoscendo il wrestling da molto tempo sapevo che ci sarebbe stato un’atleta sotto quella maschera, ma non riuscivo a capire chi ci sarebbe stato. Questa è l’unica cosa che ci ha fatto attendere il main event di Raw. Alla fine, si è rivelato essere Cedric Alexander, a grande sorpresa, visto che poche ore prima rincorreva Drake Maverick per il titolo 24/7. Insomma una buona mossa che da risalto a un’atleta che ha fatto molto bene a 205 e aspettava il momento per prendersi la scena. Speriamo che la cosa non finisca qui per lui. Un Reigns che trova alleati sia a Raw sia a Smackdown Live. Infatti lo show blu si apre con una rissa nel parcheggio tra Ziggler e Owens con quest’ultimo cacciato da Shane. Subito dopo scatta il “CM Punk” dentro Kevin Owens che si presenta sullo stage e lascia scoppiare la bomba. KO dice tutte le cose che noi fan critichiamo alla WWE in questo momento: non valorizzare i giovani talenti che sono nel backstage e che il loro spazio viene riempito da Shane che glielo ruba quando lui non ne avrebbe bisogno e ne approfitta per avere più potere. Owens che porta pure dei nomi nella sua tesi, nomi di atleti di NXT o di 205 Live che non hanno avuto il giusto trattamento per lui. Insomma Kevin si scaglia contro McMahon prima verbalmente e poi nel main event dove aiuta Reigns a vincere contro Ziggler. Se tutto questo era un modo per far tifare Owens dai fan, beh ottimo lavoro riuscito in pieno.

Per leggere L’ARTICOLO nella sua interezza basta cliccare QUI.

A cura di Andrea D’Orazi di SPAZIO WRESTLING