Amici ed amiche di areawrestling.net, benvenuti ad un nuovo appuntamento con lo show che si colora di giallo e nero, ovvero NXT. L’Invasion del territorio di sviluppo WWE verso il main roster sta continuando, aggiungendo nuovi sfidanti agli atleti di Raw e SmackDown, come la stable Imperium. Anche questa settimana, quindi, dovremo aspettarci una controffensiva da parte degli atleti del main roster, anche perché le Survivor Series sono sempre più vicine. La card odierna ci riserva il match per il titolo Cruiserweight tra Lio Rush e Angel Garza e il proseguo della faida tra Pete Dunne e Killian Dain e tra le 7 atlete impegnate nei prossimi War Games, in attesa di conoscere chi sarà l’ottava, e quindi ultima, partecipante. Accendiamo i motori e prepariamoci per questo nuovo, entusiasmante episodio di NXT.

Single match per il Cruiserweight Championship: Lio Rush vs Angel Garza

La serata inizia immediatamente con un match titolato: dopo le scorie delle scorse settimane, Lio Rush si troverà faccia a faccia con il suo temibile sfidante. Il pubblico è diviso, al momento dell’annuncio dei due partecipanti si sono sentiti fischi e cori per entrambi gli atleti. Garza tende la mano al campione, cercando poi di tirare uno schiaffo, prontamente evitato da Rush. L’incontro inizia con una grande velocità, con Garza che poi esce dal ring e si toglie i pantaloni dietro le barricate, davanti alla famiglia di Rush. Il campione risponde con un suicide dive tra le corde andando a segno, e poi con una tremenda ddt in mezzo al quadrato. Garza rimane inginocchiato ma continua a provocare Lio, invitandolo a colpirlo. Garza viene lanciato fuori dal ring e subisce un dropkick in mezzo alle corde. Il campione prova un suicide dive, ma questa volta Garza è molto abile nel contrattaccare il colpo: powerslam al volo e Rush molto dolorante al suolo. I due tornano sul ring, con il campione che si tocca la schiena: lo sfidante ne approfitta colpendolo e poi lanciandolo contro l’angolo, con un conseguente superkick. Garza continua i suoi attacchi, anche scorretti, come un calcione sulle costole del campione mentre era appeso sulle corde. Rush prova la reazione, ma senza successo. Garza domina l’incontro, tentando anche diversi schienamenti, tutti interrotti sul due. Rush viene caricato sulle spalle, ma reagisce prontamente con un hurancanrana, sfiorando la vittoria. Garza si impadronisce nuovamente dell’incontro molto rapidamente, tentando delle mosse di sottomissione per indebolire ulteriormente la schiena. Rush riesce a colpire Garza con un back elbow dopo un rimbalzo sulle corde e sfiora di nuovo il conteggio di tre. Bicycle kick di Rush e poi tentativo di finisher, sventata da un tremendo e violento drop kick sul collo del campione: tentativo di moonsault di Garza che non va a segno, con conseguente swinging neckbreaker di Rush, che sfiora per la terza volta la vittoria. Garza è al tappeto e Rush va sulla terza corda, molto lentamente; Garza riesce ad alzarsi in tempo e sbilanciare l’avversario, facendolo restare sulla terza corda. Sale anche Garza e carica Rush: spaventoso moonsault powerslam da parte di Garza che prova immediatamente lo schienamento. Ancora due! Garza è frustrato e incomincia a prendere a pugni Rush, innervosendolo: Rush riesce a reagire, mettendo in ginocchio il nemico e colpendolo con un superkick sulla mascella. Finisher di Rush che però non prova lo schienamento: tira uno schiaffo in faccia a Garza e ritenta la finisher: Garza riesce a prendere al volo Rush e a mettere a segno la sua Wing Clipper: ancora due!! A questo punto Garza riprende Rush per la sua Wing Clipper e va sulla terza corda: il pubblico urla “please don’t die” perché il pericolo è alle stelle: Rush riesce a reagire e a prendere a testate Garza, per poi lanciarlo con una huracanrana. Garza è al tappeto e Rush va a segno con una Final Hour: ancora due, sembra che nessuno dei due riesca a ìferrare il colpo finale: di nuovo terza corda e di nuovo Final Hour per Lio Rush: l’arbitro conta, Garza riesce a mettere il piede sulla corda ma incredibilmente il direttore di gara non se ne accorge: conteggio di tre e Lio Rush che rimane il campione dei pesi leggeri! Gran bel match, speriamo che la loro rivalità continui e ci permetta di assistere a match simili nel futuro!

Vincitore: Lio Rush

Le telecamere vanno fuori dall’arena, con la sicurezza molto agitata: ci sono Tegan Nox e Rhea Ripley a terra! La prima è dolorante ma cosciente, la seconda, invece, sembra svenuta. Sarà un attacco da parte del main roster o del team di Shayna Baszler?

Single match: Xia Li vs Aliyah

Match femminile che vede Xia Li affrontare Aliyah, accompagnata da Vanessa Borne. L’atleta cinese inizia subito come una furia, prendendosela sia con Aliyah, sia con Borne, la quale aveva provato ad aiutare la sua compagna. D’altro canto, Aliyah tenta e riesce a distrarre la sua nemica ed eseguire un suplex. Xia Li riesce a reagire e a colpire con diversi calci la sua avversaria. Spring board con successivo colpo sulla schiena per Xia Li, che mette in mostra una notevole agilità: superkick in viso e Aliyah che rimane tramortita al suolo. L’atleta cinese schiena Aliyah, vincendo l’incontro. Arriva subito l’intervento dei medici, dato che il colpo inferto da Xia Li ha portato ad un’evidente emorragia sul viso di Aliyah.

Vincitrice: Xia Li

Grande momento per la serata, perché arriva l’ex campione NXT e campione Universale, Finn Balor. L’atleta irlandese non ha ancora lottato dal suo ritorno a NXT, lasciando comunque a bocca aperta il pubblico: la prima volta attaccando Johnny Gargano, la seconda facendo il segno del Club con AJ Styles.

“E’ così. Questo è NXT adesso. Cos’è successo a questo business? Non dovreste essere orgogliosi di questo! Io ho costruito questo posto e adesso voi avete gente come Johnny Gargano, che ho attaccato tre settimane fa! O come Matt Riddle che ha preso schiaffi settimana scorsa”

Ed ecco che arriva Riddle, attaccando Finn Balor alle spalle e prendendo il microfono! Non riesce neanche a dire una frase che risuona la theme song dell’Undisputed Era, che arriva di gran carriera

“Posto sbagliato nel momento sbagliato!” urla Adam Cole

L’Undisputed Era circonda il ring, ma ecco che suona la theme song di Tommaso Ciampa, accompagnato da Keith Lee

“quanto potete essere stupidi? Avete visto cos’abbiamo fatto a Raw e SmackDown? Noi siamo la stable più forte, non solo di NXT a di tutta la WWE” afferma Adam Cole

“non ce ne frega nulla” dice Keith Lee “Venite dentro. Anzi, voi non volete entrare sul ring. E vi dico la verità. Si, avete battuto Daniel Bryan, e sì, avete sconfitto anche Seth Rollins. Ma fatemi dire una cosa. Adesso, voi siete qui, in piedi, davanti a me”

“Stai zitto idiota” dice Strong “tu sei davanti Adam Cole, lui adesso merita una giornata di riposo. Se vuoi una sfida, devi sfidare me!”

Arrivano gli arbitri che cercano di tranquillizzare gli animi. Il pubblico vuole lo scontro, con Roderick Strong che si toglie la maglietta e Keith Lee che lo prende e lo lancia dentro il ring. Che lo scontro abbia inizio!!

Single Match: Roderick Strong vs Keith Lee

Dopo lo spot pubblicitario si torna all’incontro. Strong è per terra e Lee decide di mettergli un piede sopra e schiacciarlo con tutto il suo peso. Il campione del nord America, in difficoltà, si rifugia all’angolo ma viene colpito ancora dal mastodontico Lee. Chop e Strong ancora all’angolo. Strong cerca di salire sulla corda e a saltare contro l’avversario, ma Lee riesce a prenderlo al volo e ad eseguire una bodyslam, seguita da una mossa di sottomissione volta ad indebolire la schiena e il braccio di Strong. Il membro dell’Undisputed era riesce a mettere in ginocchio Lee con dei colpi alle ginocchia ma non riesce a buttarlo totalmente per terra, anzi: Lee si alza e invita Strong a colpirlo più forte. Strong prova a lanciarsi sulle corde ma Lee lo atterra con una doppia chop sui pettorali. Gli atleti si trovano sulla terza corda, con Lee che tenta, senza successo, un superplex: l’atleta scivola sulla seconda corda e riceve un kick molto violento, rimanendo tramortito. Strong non riesce a prendere le redini dell’incontro, dato che ogni colpo inferto non riesce a buttare al tappeto Lee, se non fuori dal ring. Lee riesce a lanciare Strong contro le barricate e poi tornano su ring. Ancora colpi al volto di Lee, seguiti da un dropkick sulla tempia. Tentativo di sottomissione al collo per Strong che non porta a grandissimi risultati, ma Lee continua a rimanere inginocchiato per terra. Strong inizia a prenderlo a gomitate, facendolo innervosire. Il gigantesco atleta si rialza e colpisce il campione nordamericano con un clostheline, seguito da un belly to belly. Solo due per Keith Lee. Lee porta Strong all’angolo e sale sulla terza corda: brutta decisione, perché Strong si libera e si prepara per un superplex che, incredibilmente va a segno, demolendo quasi il ring. Schienamento, ma è solo due. Strong tenta la Stronghold ma Lee è troppo pesante e non si gira. I due tornano in piedi a darsi le consuete gomitate in faccia, ma Strong reagisce un enziguiri e diverse forearm. Ad un certo punto arriva l’Undisputed Era a bordo ring per incoraggiare il proprio compagno, ma vengono attaccati da Riddle e Ciampa. Ciampa mette fuori combattemento O’Reilly ma Adam Cole attacca con un superkick Ciampa. Dall’altro lato del ring, Riddle scaraventa contro i gradoni Fish ma viene attaccato da Finn Balor! Finn Balor mette fuori combattimento Riddle e distrarre Lee. Strong prova ad approfittarne, ma senza successo. Keith Lee carica sulle spalle il suo avversario ed esegue una violentissima powerslam! Conteggio di tre e Keith Lee vince il suo match.

Vincitore: Keith Lee

L’Undisputed Era torna sul ring e picchia Lee e Ciampa, ma ecco che arriva il rinforzo! Si tratta di Dominick Dijakovic, che esegue una double chockeslam sui campioni di coppia NXT e poi una Fist Your Eyes su Adam Cole. L’atleta poi si avvicina a Ciampa, parlandogli e dicendogli che se ha bisogno di aiuto, lui è presente. I due si stringono la mano, ma poi Dijakovic si trova faccia a faccia con Keith Lee. I due si sono affrontati nelle scorse settimane e potrebbero esserci scorie, ma non è così: i due si stringono la mano e, insieme, guardano minacciosi l’Undisputed Era. Abbiamo quindi trovato il quarto membro del team Ciampa per i War Games!

Si torna fuori dall’arena: Maryne, Candice LeRae e Jessamyn si trovano svenute per terra. Accorre anche Triple H, ma sembra che gli aggressori siano già fuggiti.

Single Match: Isaiah “Swerve” Scott vs Bronson Reed

Suona la campanella e il match inizia, con un segno di rispetto da parte dei due atleti. Reed tenda una arm bar, controbattuta da Scott. Grande disparità tra i due atleti: Reed predilige uno scontro fisico e riesce a buttare al tappeto Scott con spallate e a indebolirlo con delle testate. Scott, invece, cerca più l’agilità e la tecnica, cercando di affaticare l’avversario. Head lock di Reed che poi si siede sul proprio avversario. Banzai drop ancora sulla schiena di Scott e poi german suplex direttamente fuori dal ring. Reed esce dal ring e colpisce con una chop Scott, sollevandolo successivamente; Scott riesce a liberarsi e a lanciare l’avversario contro il palo. Dopo lo spot, i due atleti si trovano sul ring, con Reed che cerca un german suplex, ma Scott riesce ad atterrare in piedi. Superkick e poi forearm da parte di Swerve. Scott cerca di atterrare Reed con delle clostehline, ma il risultato è impietoso. Reed controbatte con un solo braccio teso, facendo cadere Scott e poi colpendolo con una senton. Reed si dirige verso la terza corda ma è troppo lento. Superkick di Scott e i due si trovano sulla terza corda. Reed carica Scott per un’improbabile piledrive volante dalla terza corda, ma Scott riesce a liberarsi e ad eseguire una ddt: ancora due. Scott adesso cerca di indebolire il braccio destro di Reed don dei pugni e poi con una back elbow. Scott prova anche uno splash ma viene intercettato ed abbattuto da Reed: ancora due dopo una pericolosa neckbreaker. Reed carica Scott per un vertical suplex e Scott riesce a rifugiarsi sull’apron. I due tornano insieme sul ring: Scott cerca un roll up senza successo, a sua volta Reed cerca un altro banzai drop contro il volto dell’avversario. Colpo che va a vuoto e Scott ne approfitta. Axe kick dritto sulla nuca di Reed e Scott che riesce ad arrivare al conteggio definitivo di tre. Come ad inizio match, i due atleti si salutano scambiandosi uno saluto e stringendosi la mano.

Vincitore: Isaiah “Swerve” Scott

William Regal annuncia un grande match per i War Games: Matt Riddle contro Finn Balor. Il Team Ciampa, quindi, si trova nuovamente senza il quarto membro.

Single Match: Pete Dunne vs Killian Dain

Subito un colpo di scena: Damian Priest attacca Dain alle spalle. Dunne, quindi, esce dal ring e si lancia contro Priest, dando vita ad una rissa a tre fuori dal ring. Arriva anche la sicurezza a dividere gli atleti. Priest manda sui gradoni Dain e poi colpisce con un superkick Dunne. Successivamente colpisce due membri della sicurezza, caricandone uno poi sulle spalle e lanciandolo contro tutti i presenti fuori dal ring. Dunne e Dain continuano a picchiarsi e Priest salta dalla terza corda con uno splash, tramortendo entrambi. Il pubblico urla “Threat” sperando in un match a tre che, purtroppo, per il momento, non si svolge.

Match finito in NO Contest

Intervista per Mia Yim, alla quale viene chiesto se si senta impaurita per gli attacchi alle sue compagne. Lei dice che non ha paura di Raw e SmackDown, che la settimana scorsa si è presa il posto nel team Ripley in vista dei War Games e che stasera si prenderà il vantaggio. Arriva anche Dakota Kai, la grande esclusa del team di Rhea Ripley, affermando che lei sarà al fianco di Mia, nel caso in cui ne avesse bisogno.

Ladder Match for the Advantage at NXT War Games: Mia Yim vs Io Shirai

Siamo arrivati al Main Event della serata, molto importante per due motivi: il primo è per la stipulazione, si tratta infatti del primo ladder match al femminile per NXT. Inoltre, la vincitrice avrà il prezioso vantaggio durante il War Game che si terrà la settimana prossima. Le due atlete sembrano molto determinate. Mia finisce subito fuori dal ring e Io esegue un suicide dive tra la seconda e la terza corda. L’atleta giapponese tenta di prendere la scala ma viene fermata da Mia Yim, la quale prende a sua volta la scala e la porta dentro al ring. Con una scivolata, Io riesce a far sbattere Mia contro la scala. Successivamente, Mia riesce a caricare Io e a lanciarla di petto contro la scala stesa per terra. Le due atlete tornano sul ring e Io Shirai cerca nuovamente di prendere la scala: Mia la strattona e riesce a far cadere Io sulle corde. La scala rimane pericolosamente in bilico tra la barricata e l’apron e Io riesce, con un big boot, a far scontrare Mia e la scala. D’altro canto, Mia Yim intrappola la mano di io Shirai in mezzo alla scala e la schiaccia. Io urla disperatamente e prova la controffensiva. Cercando di schiacciare Mia tra l’apron e la scala, senza successo. Adesso la lotta continua fuori dal ring, con le atlete che rimangono per terra a causa dei forti colpi subiti. Mia si aggrappa ai piedi dell’avversaria per evitare che possa entrare sul ring e alzare la scala. Io si libera dell’avversaria e gattona verso il ring, ma il dolore alla mano è tropo forte. Mia ne approfitta e sbatte il volto della giapponese contro i gradoni in acciaio. Le due atlete riescono finalmente a entrare sul ring, ma nessuna delle due si impadronisce della scala. L’oggetto metallico rimane in mezzo al ring, con le due atlete che cercano di usarlo come oggetto contundente. Alla fine, è Mia Yim a sollevare l’avversaria per un suplex sulla scala, rimanendo, però, anch’essa coinvolta. Le due lottatrici rimangono stremate al suolo, con Kia come prima atleta a rialzarsi. Appoggia la scala contro l’angolo e poi sìtorna verso Io Shirai. Mi tenta una Irish Whip contro la scala ma viene fermata, finendo poi lei contro la scala. Io vorrebbe approfittare della situazione ma Mia Yim è molto veloce nel riprendersi, voltarsi ed eseguire un velocissimo dropkick. Le lottatrici si colpiscono mentre sono in ginocchio con dei pugni sul volto, con Io Shirai che prende il controllo della contesa. Adesso Io strangola Mia Yim con le sue gambe con l’aiuto delle corde e poi esegue una 619 contro la sua avversaria. Io Shirai cerca di prendere la scala, ma viene interrotta di nuovo: la giapponese prende la rincorsa ma viene letteralmente scaraventata da Mia Yim contro la scala, ancora appoggiata contro l’angolo del ring. Io Shirai urla dal dolore e rimane stremata al terreno. Mia Yim riesce finalmente a posizionare la scala in mezzo al ring e, molto lentamente, sale. Io si aggrappa alle caviglie e impedisce la scalata, ma Mia ribatte con dei calcioni al petto dell’avversaria. Mia cerca una arm bar ma viene spinta da Io contro la scala. Successivamente, Io inserisce Mia in mezzo alla scala per terra e la schiaccia con le due estremità. Io prende una seconda scala e la porta in mezzo al ring. Io è troppo lenta e Mia riesce a colpirla con un calcio. La lottatrice prende la scala, ma Io esegue uno spring board dropkick, facendo scontrare la scala contro il viso di Mia Yim. Purtroppo, l’atleta diventa subito una maschera di sangue dato che l’impatto è stato incredibilmente violento. I medici arrivano subito in mezzo al ring, cercando di aiutare Mia, mentre Io cerca di posizionare la scala in mezzo al ring. Mia riesce incredibilmente e riprendersi e ad evitare che Io salga la scala. Io è nervosa e si scaglia contro Mia con una doppia ginocchiata. Le due atlete si trovano sulla terza corda, Io riesce a buttare fuori dal ring la sua avversaria con una testata. Ma ecco che arriva Dakota Kai in aiuto di Mia Yim, subito tramortita da un moonsault fuori dal ring di Io Shirai. La lottatrice nipponica gattona verso il ring e posiziona la scala in mezzo al ring. La lottatrice inizia la scalata ma interviene Dakota Kai che carica Io Shirai ed esegue una powerbomb. Successivamente aiuta Mia Yim a salire la scala, ma ecco un altro colpo di scena. Arriva Kay Lee Ray che colpisce Dakota e poi fa cadere Mia Yim dalla cima della scala fuori dal ring, proprio sulla scala che prima era posizionata tra l’apron e la barricata, spezzandola a metà. È il momento di Io Shirai: l’atleta inizia la scalata e raccoglie la valigetta. Io Shirai vince il match e il team Baszler avrà il vantaggio durante i War Games

Vincitrice: Io Shirai

A cura di Fabio Theodule di spazio wrestling

RECENSIONE PUNTATA
NXT
VIAFabio Theodule di spazio wrestling
FONTEspaziowrestling.it
Articolo precedenteFinn Balor: “Io, Styles, Gallows e Anderson siamo ancora amici …”
Articolo successivoAEW Dynamite 13.11.2019 – Full Gear fallout
Seguo da molti anni questa disciplina, ai tempi della WWF, WCW fino ad arrivare alla WWE. Oltre a questa disciplina, sono anche un appassionato di calcio e di videogiochi, gran tifoso del glorioso Milan e gran fan della serie gioco/film di Resident Evil (personaggio preferito, Chris Redfield) I miei Wrestlers in assoluto che preferisco del passato sono, Randy Savage, Hulk Hogan, Bill Goldberg, The Undertaker, Eddie Guerrero, Chris Benoit, Kurt Angle, Ric Flair, Batista, Triple H e Shawn Michaels. Wrestlers ex/attuali, Wade Barrett, CM Punk, Cody Rhodes, Edge, Christian, Randy Orton, Seth Rollins, Finn Balor, Shinsuke Nakamura e Cesaro.